Integratori: chi vigila sulla correttezza delle informazioni?

Il responsabile per la correttezza delle informazioni sulla confezione è il produttore, ma chi vigila su questo è il Ministero della Salute? Risponde il Dottor Arrigo Cicero, Presidente Società Italiana di Nutraceutica – SINut

di Redazione 16 Novembre 2019

Il ruolo del Ministero della Salute

In teoria, l’organo deputato ad autorizzare quello che viene scritto su etichette, confezioni, foglietto illustrativo dei prodotti commerciali è il Ministero della Salute. Quello che usualmente cerca di fare il Ministero è cercare di arginare promesse che non possono essere mantenute.

Regole e controllo

Esistono regole molto rigide che, però, comportano come effetto collaterale il fatto che le aziende, per muoversi in questi campi ristretti e allo stesso tempo promuovere il proprio prodotto, potrebbero utilizzare immagini o nomi particolarmente evocativi, che creino nell’utente finale delle aspettative su un risultato che potrebbe esserci, ma anche non esserci. Su questo il Ministero della Salute ha difficoltà a lavorare, anche perché ci sono poche persone deputate al controllo in un campo, quello degli integratori, che è in continua espansione.


La riproduzione di questo contenuto è consentita previa autorizzazione della redazione ed esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte www.portaleintegratori.it

ASSOCIAZIONE ITALIANA LATTO-INTOLLERANTI ONLUS (AILI) rappresenta l’Associazione di riferimento per la categoria degli intolleranti al lattosio in Italia.

Vitafoods Europe è il più approfondito evento dedicato al mondo della nutraceutica. Nel 2017 ha ospitato 1.100 espositori e 21.000 visitatori.

Seguici sui nostri social: